Rinnova gli appelli a Facebook per riprendere la lotta contro gli abusi sessuali sui minori online.

Rinnova gli appelli a Facebook per riprendere la lotta contro gli abusi sessuali sui minori online.

Il gruppo Renew Europe condanna la decisione di Facebook di sospendere la propria attività per rilevare e rimuovere materiale pedopornografico (CSAM).

La decisione di Facebook è incomprensibile.

Tanto più che altre società, tra cui Microsoft, Google, Linkedin, Roblox, Yubo (…) hanno annunciato che continueranno a rilevare e rimuovere CSAM.

L’improvvisa diffidenza di Facebook di agire in un vuoto giuridico non è molto convincente.

Facebook sa benissimo che non corre il rischio di incorrere in sanzioni per la lotta agli abusi sessuali sui minori online. Facebook ha un esercito di avvocati e le multe sono considerate un costo regolare per la gestione della loro attività.

La Commissione, il Parlamento europeo e il Consiglio stanno ultimando la legislazione di emergenza volta a colmare ogni possibile divario giuridico che costituirebbe un ostacolo alla lotta contro gli abusi sessuali sui minori online.

I legislatori stanno lavorando ad altissima velocità e la legge di emergenza sarà in vigore molto presto.

È responsabilità comune garantire la lotta continua contro l’orrendo crimine di abusi sessuali sui minori.

Ci aspettiamo che tutte le parti si assumano la responsabilità di continuare a proteggere i bambini.

CATEGORIES
Open chat
Come possiamo aiutarti?