Renew Europe si fa avanti per difendere i valori dell’UE

Renew Europe si fa avanti per difendere i valori dell’UE

Renew Europe accoglie con favore l’accordo raggiunto con il Consiglio sul programma “Diritti e valori” da un lato e sul programma Giustizia dall’altro per il periodo 2021-2027. Questi 2 programmi sono al centro delle priorità del nostro gruppo.

Il programma “Diritti e valori” beneficerà di un aumento significativo del budget ad esso assegnato. Questo è il risultato delle ripetute richieste del Parlamento europeo di un maggiore sostegno finanziario per iniziative volte a proteggere i nostri valori democratici, lo Stato di diritto e i diritti fondamentali.

I parlamentari hanno ottenuto la creazione di una nuova sezione “Valori dell’Unione” a cui sarà assegnata quasi la metà del bilancio “Diritti e valori”. Ciascuno degli altri filoni riceverà una percentuale predeterminata del budget totale.

Inoltre, il 50% dei fondi sarà assegnato a progetti guidati da organizzazioni della società civile. Anche questo è un successo da accreditare al Parlamento europeo.

Decisiva è stata anche la determinazione dei nostri eurodeputati Renew Europe per ottenere la creazione di una linea di credito specifica per la linea Daphne dedicata alla lotta contro la violenza sulle donne.

Anche il programma “Giustizia” risulta più forte da questi negoziati. Durante questo difficile negoziato con il Consiglio, una delle priorità di Renew Europe è stata quella di porre la questione dello Stato di diritto come principio orizzontale del programma Giustizia.

In un contesto politico in cui forze illiberali, populiste ed estremiste cercano costantemente di minare il nostro edificio di valori, questa priorità è essenziale. I negoziatori di Renew Europe hanno così ottenuto un aumento dei finanziamenti dedicati al rafforzamento dello Stato di diritto.

Come risultato dei nostri sforzi, il margine di flessibilità di bilancio sarà utilizzato il più possibile per la promozione dello Stato di diritto.

Ha dichiarato Anna Donath, relatrice ombra della LIBE per il programma “Diritti e valori”

“Nonostante la crisi o forse proprio a causa della crisi, è più importante che mai sostenere le organizzazioni della società civile che possono aiutare a preservare, monitorare e sensibilizzare sui valori europei fondamentali e lo Stato di diritto. Inoltre, i” Diritti e valori ” Il programma ci aiuterà ad aumentare la partecipazione civile ai processi decisionali “.

Stéphane Séjourné, relatore ombra per JURI ‘Programma Giustizia’ ADED

“Con il nuovo programma ‘Giustizia’ che abbiamo concordato oggi, i corsi di formazione per giudici e avvocati inizieranno a partire da gennaio 2021. Sono molto lieto di vedere che potremmo concordare sulla proposta Renew Europe di avere più soldi da dedicare ai programmi che promuovono la Regola di diritto. In effetti, un rafforzamento dello Stato di diritto, l’accesso alla giustizia e l’indipendenza della magistratura all’interno dell’UE sono al centro del nostro obiettivo politico “.

Ramona Strugariu, relatrice ombra LIBE per il programma J’ustice, ha concluso:

“Sono fiducioso che oggi abbiamo concluso i negoziati sul” Programma “con un testo equilibrato. È stato uno sforzo complesso, finalizzato appena in tempo perché questo programma entrasse in vigore a partire dal 1 ° gennaio 2021.
Il bilancio definitivo del programma sarà, secondo l’esito dei negoziati per il QFP 2021-2027, di 305 milioni di EUR e la distribuzione di la spesa, così come l’accantonamento, riflettono una delle nostre principali priorità come gruppo politico, vale a dire l’applicazione del principio dello Stato di diritto e la sua prevalenza in tutte le aree di programma collegate dedicate alla giustizia e al sistema giudiziario.

Più del 60% delle risorse sarà destinato a promuovere lo Stato di diritto, l’indipendenza e l’imparzialità della magistratura e a promuovere la formazione giudiziaria, al fine di promuovere una cultura giuridica, giudiziaria e dello Stato di diritto comune, nonché per attuazione coerente ed efficace degli strumenti giuridici dell’Unione pertinenti nel contesto del presente programma.

Siamo anche riusciti a impegnare il margine di flessibilità del 10%, in particolare, per i progetti utilizzati per la promozione dello Stato di diritto all’interno dell’Unione.

I valori e la giustizia non sono per il commercio della famiglia Renew Europe e restiamo fedeli a questo principio in ogni singola negoziazione o azione che conduciamo.

L’accordo di oggi ne parla.”

da https://reneweuropegroup.eu/

CATEGORIES
Open chat
Come possiamo aiutarti?