Oggi Conte nel suo discorso ha chiesto il voto di fiducia anche ai liberali.

Oggi Conte nel suo discorso ha chiesto il voto di fiducia anche ai liberali.

Oggi Conte nel suo discorso ha chiesto il voto di fiducia anche a noi  liberali.

Egregio presidente Conte Le rammento che il Partito Liberale Italiano, aimé ad oggi purtroppo, non ha rappresentanti in parlamento, quindi non mi rincresce informarLa che ci è impossibile partecipare al voto parlamentare.

D’altronde per noi liberali sarebbe stato impossibile votarLe la fiducia, perché in base ai risultati ottenuti dalla sua legislatura e in base, soprattutto al suo discorso odierno, improntato principalmente a promesse impossibili da mantenere, assistenzialismo sotto forma di distribuzione sussidi consolatori, si creerebbe un programma politico senza rispetto per chi un reddito lo ha e per chi non lo ha.Un programma politico nettamente socialista e non Liberale non potrebbe mai rappresentarci.

Nel perimetro delle libertà e dei diritti tipici dell’ideologia liberale c’è spazio per una matrice di principi e valori socialisti, per cercare in parte di condizionare le regole del libero mercato, purché questa componente sia in minoranza, non in maggioranza, per dare vita ad un equilibrio politico di successo e rispondente alle attuali esigenze dei nostri cittadini.

Come Liberali siamo a disposizione oggi, lo eravamo ieri, lo saremo domani a supporto di un programma politico che rispecchi le nostri fondamentali, che sono diametralmente opposti al M5S suo alleato o al PD.

E quindi caro Conte il nostro voto sarebbe stato certamente No, fortemente No al suo programma politico.

Saluti

Gabriele Varisco
Vicepresidente Partito Liberale Italiano Lombardia

CATEGORIES
Open chat
Come possiamo aiutarti?