Non è solo per quello che facciamo che siamo ritenuti responsabili, ma anche per quello che non facciamo. (Molière)

Non è solo per quello che facciamo che siamo ritenuti responsabili, ma anche per quello che non facciamo. (Molière)

Lo pseudo scandalo dei parlamentari che hanno chiesto ed ottenuto il sussidio dei 600 euro ha offerto l’occasione a più leader della politica italiana di esprimere pubblicamente il loro sdegno e a chiedere ferme prese di posizione . In prima fila Giorgia MELONI che correttamente sottolineava oltre allo squallore la sordità di Giuseppi e della sua maggioranza di non aver previsto un tetto per la concessione del sussidio.

Giorgia MELONI che al momento pare non abbia invece espresso alcun parere in merito ad un fatto balzato agli onori della cronaca per le dichiarazioni di un giovane candidato di Fratelli d’Italia al comune di Cologno Monzese.

“Prima di chiedermi l’amicizia sappi che sono fascista ed odio gli islamici” ecco lo slogan al quale si trovano di fronte coloro che, come accade sempre oramai, vanno in cerca informazioni sui candidati attraverso i social network.

Immediate le reazioni di ANPI che diventano cartina al tornasole per meglio conoscere il pensiero di GIULIANO che si definisce “uomo di destra, italiano, che crede in Dio e che ama Gesù Cristo”.

Non fosse sufficiente infatti quanto già esternato, il giovane candidato cercando giustificazioni definisce meglio il suo modo di essere e di intendere la politica: “non è una pagina politica, ma il mio account privato che non andrebbe nemmeno tirato in ballo”, e,  “è una frase che francamente non ricordo nemmeno di avere scritto e che comunque ho provveduto a rimuovere immediatamente e non perché fosse ‘apologia’ o inneggiasse a chissà qualche reato. L’ho rimossa semplicemente perché è una frase che può essere strumentalizzata ai fini politici, cosa che è accaduta”.

Secondo il giovane candidato di Fratelli d’Italia vale quindi “essere fascista” ed “odiare “gli islamici” ma “in privato”.

Ma vale anche “non ricordarsi di aver scritto” e quindi pensato.

Per fortuna l’aspirante amministratore ha le idee chiare sul codice panale: apologia di fascismo e odio razziale sono solo temi su cui si può strumentalizzare a fini politici.

 

CATEGORIES
Open chat
Come possiamo aiutarti?