Liberate i pescatori di Mazara.

Liberate i pescatori di Mazara.

di Stefano DE LUCA  – presidente nazionale PLI –

Presidente del Consiglio, Ministro degli Esteri, non è ammissibile che un avventuriero, come Haftar, che con la forza ha imposto il suo illegittimo potere su una parte del territorio libico, rechi ad un grande Paese come l’Italia l’insopportabile offesa di tenere ancora, dopo quasi tre mesi, sequestrati 18 pescatori mazaresi, in violazione ad ogni regola internazionale, ma in nome di una arroganza insopportabile.

Quali iniziative, anche militari, oltre che diplomatiche il Governo italiano intende adottare per porre fine a tale odioso atto illegittimo, anche nel suo ruolo di Nazione di cui suoi territori erano colonia e che ha il dovere politico e morale di imporre il ritorno all’ordine, insieme agli altri protagonisti della Comunità internazionale, creando le condizioni per liberare La Cirenaica da un dittatore, arrogante e che si è imposto soltanto con le armi.

Credo che questo brigante possa spaventare un Paese come l’Italia, che potrebbe portare la Propria flotta nelle acque antistanti i territori dove si è installato, disconoscendo il Governo legittimo di Tripoli, che va sostenuto Militarmente e con drastiche sanzioni per tale atto abusivo e gravissimo

Come liberali propongo un digiuno di massa.

CATEGORIES
Open chat
Come possiamo aiutarti?