Il PLI in Piemonte rinnova le cariche.

Il PLI in Piemonte rinnova le cariche.

Si è svolto giovedì 29 ottobre, il Congresso Regionale del Partito Liberale Italiano del Piemonte avente fra i punti all’ordine del giorno la nomina delle cariche regionali e provinciali, il Direttivo Provinciale è così composto: Enza Baglieri, Erik Paleni, Matteo Mercurio, Daniela Garzena, Fabrizio Mercurio e Antonio Rondinelli. La segreteria cittadina è affidata a Guglielmo Del Pero.

Con il rinnovo delle cariche iniziamo oggi un cammino che con il contributo di tutti, ci porterà molto lontano. Occorre avere buone idee per costruire un consenso duraturo nel tempo e non solo valido per le prime elezioni utili: questa è sempre stata la mia convinzione. Noi di idee ne abbiamo, e sono idee chiare e ben definite, esattamente come dovrebbero essere le leggi di uno Stato liberale.

Partito liberale e Torino sono un binomio inscindibile fin dalla sua nascita; le alterne vicende succedutesi negli anni hanno purtroppo privato i torinesi di un simbolo che ha fatto la storia d’Italia.

Abbiamo oggi, con le elezioni amministrative ormai alle porte, il dovere di fare di tutto per riportare quel simbolo sulla scheda elettorale e dare ai cittadini un’alternativa seria e concreta, che ben rispecchi lo spirito “sabaudo” della nostra Torino: un nuovo progetto di città che possa essere finalmente realizzato in forte discontinuità con tutto quello che è accaduto in passato e sta accadendo nel presente. Servirà una squadra di amministratori scelta su base di competenza e meritocrazia, un programma semplice da spiegare ai cittadini partendo da due temi fondamentali: economia e sicurezza.

Su questi temi dovrà essere basata la nostra azione politica nei prossimi mesi cercando di coinvolgere le persone, instaurare rapporti con altri movimenti cittadini, riportare con noi quegli esponenti della Torino “liberale” che negli anni, per varie ragioni, si sono allontanati dal movimento ma certo non dai principi fondamentali del nostro movimento.

Mai come in questo periodo storico, sia a livello nazionale che cittadino, si sta assistendo a un ritorno di insostenibili politiche stataliste e assistenziali, che sono alla base della maggior parte dei mali dell’Italia. L’unica ricetta seria, che per noi è la strategia di fondo, contro questo ritorno della presenza pubblica in tutti i settori della nostra vita è quella che vede meno Stato e più libertà, soprattutto economica, per liberare le quelle forze vitali ben presenti nel nostro paese.

I torinesi hanno già dimostrato di avere bisogno e di volere un cambiamento profondo e concreto: nonostante il primo tentativo fallito clamorosamente – rappresentato dall’esperienza del governo a 5 stelle – a breve ci sarà una seconda e ultima occasione per il bene della città, e sono convinto che sia un dovere di tutti noi impegnarci per creare le giuste basi per cogliere questa occasione, senza sprecarla.

Noi oggi ci assumiamo una grande responsabilità.

Ne siamo consapevoli ed entusiasti.

CATEGORIES

COMMENTS

Wordpress (1)
  • [url=https://vskamagrav.com/]generic kamagra[/url]

  • Disqus (0 )
    Open chat
    Come possiamo aiutarti?