Gli obiettivi del PLI a proposito di SALUTE e AMBIENTE.

Gli obiettivi del PLI a proposito di SALUTE e AMBIENTE.

Gli obiettivi del PLI a proposito di SALUTE e AMBIENTE.

Economia circolare – Sviluppo sostenibile

Una sana politica ambientale rappresenta la migliore forma per tutelare il diritto alla salute, evitando i disastri di sciagurate scelte compiute nel passato, anche da parte dello Stato (vedi Taranto e molti altri siti).

L’attenzione all’ambiente è una delle priorità dei nostri tempi che riguarda sia la vita economica che quella sociale. E’ ormai improcrastinabile l’abbandono dell’energia che provengono da fonti fossili naturalmente accompagnando con politiche accorte il  necessario periodo di transizione. L’economia circolare deve diventare il nuovo paradigma per ogni settore della produzione industriale.

Una particolare attenzione deve essere riservata alla realizzazione di una mobilità sostenibile. Le politiche ambientali devono tenere sempre presente le nostre responsabilità nei confronti di tutti gli abitanti del pianeta.

Dato che il servizio sanitario nazionale risulta spesso inadeguato il cittadino dovrebbe poter scegliere se avvalersene, ed in questo caso ricevere la trattenuta o pagare l’INPS direttamente, o rinunciarvi, disponendo come meglio crede del proprio denaro per assicurarsi privatamente. In questo modo il cittadino non dovrebbe pagare 2 volte per un servizio sanitario nazionale di cui non intende usufruire.

Inoltre uno Stato civile e moderno deve eliminare le pensioni di invalidità fasulle, riconoscendo e sostenendo unicamente i portatori di handicap e riorganizzando il carico assistenziale, che oggi grava tutto, o quasi, sulle famiglie

Come condizione essenziale per eliminare ruberie, clientelismo e sprechi bisognerebbe espellere la politica dalle aziende ospedaliere, affidandole a tecnici super partes.

Si potrebbero così dare risposte adeguate, dello stesso livello, in tutto il territorio nazionale, per le emergenze connesse alle malattie gravi, nonché per la cura di quelle croniche ed il sostegno alla disabilità. Da tempo il Partito Liberale Italiano chiede, per moralizzare tale settore, l’istituzione di una Autorità di garanzia dei diritti del malato e del disabile.

La valorizzazione dei beni culturali e paesaggistici, il turismo, la situazione climatica favorevole e la Green economy (sia in campo agricolo, che artigianale ed industriale) potrebbero costituire una straordinaria opportunità, che, insieme, produrrebbe lo sviluppo dei connessi servizi, valorizzando il più importante patrimonio nazionale e la vocazione principale del mezzogiorno, puntando a riconquistare il posto che compete all’Italia, con il suo straordinario patrimonio naturalistico, nel campo del turismo internazionale.

Estratto da:
“Manifesto per una nuova rivoluzione liberale”
a cura del coordinamento organizzativo e dipartimenti della Lombardia
approvato dalla direzione regionale PLI Lombardia.
CATEGORIES
Open chat
Come possiamo aiutarti?