Gli obiettivi del PLI a proposito di BUROCRAZIA

Gli obiettivi del PLI a proposito di BUROCRAZIA

Gli obiettivi del PLI a proposito di BUROCRAZIA

 

Il costo della burocrazia in Italia e’ largamente superiore al 50% del Pil, cioè quasi il doppio dei paesi avanzati concorrenti.

Bisogna drasticamente ridurre la mostruosa presenza di un apparato che produce soltanto costi, ritardi e corruzione, responsabilizzando i cittadini; bisogna prevedere che ogni iniziativa economica possa essere avviata sulla base di autocertificazioni con l’eccezione delle attività attenenti alla sicurezza sociale.

La pubblica amministrazione potrà fare una verifica successiva.

Una tale trasformazione culturale e organizzativa potrà garantire una riduzione del numero degli addetti e relativi costi, ma soprattutto eviterebbe gli oneri indiretti, da attribuire ai ritardi e alla rendita parassitaria di un potere ottocentesco.

Riforma della Pubblica Amministrazione con smantellamento dell’apparato burocratico esistente e conseguente progressiva riduzione dei relativi costi a carico della comunità.

Revisione dei confini di alcune regioni e province, attribuzione ai comuni e province e regioni di deleghe specifiche per il territorio in questione.

Abolizione delle Regioni a Statuto Speciale.

Concentrazione in queste sedi di Prefetture e Questure, come degli uffici territoriali dei Ministeri, alcuni dei quali potrebbero essere allocati soltanto nei capoluoghi delle nuove macro Regioni.

Occorre inoltre promuovere la riforma degli appalti pubblici e privati prevedendo che le aziende che vogliano partecipare dovranno essere certificate dalla Guardia di Finanza (il commercialista dell’azienda dovrà depositare la contabilità presso la Guardia di Finanza stessa).

A tali aziende che aderiscono a questa forma di legalità si dovrà prevedere una tassazione ridotta.

Questo favorirebbe l’emersione del nero, che è il vero cancro degli appalti pubblici e privati.

Estratto da:
“Manifesto per una nuova rivoluzione liberale”
a cura del coordinamento organizzativo e dipartimenti della Lombardia
approvato dalla direzione regionale PLI Lombardia.
CATEGORIES
TAGS
Open chat
Come possiamo aiutarti?