27 dicembre 1947, l’Italia che rinasce è liberale.

27 dicembre 1947, l’Italia che rinasce è liberale.

Enrico De Nicola,
Partito politico: Partito Liberale Italiano.

Approvata dall’Assemblea Costituente il 22 dicembre 1947 e promulgata dal capo provvisorio dello Stato Enrico De Nicola il 27 dicembre seguente, pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale n. 298, edizione straordinaria, dello stesso giorno, ed entrata in vigore il 1º gennaio 1948, ne esistono tre originali, uno dei quali conservato presso l’archivio storico della Presidenza della Repubblica Italiana.

La Costituzione della Repubblica Italiana è la legge fondamentale dello Stato italiano, che in quanto tale occupa il vertice della gerarchia delle fonti nell’ordinamento giuridico della Repubblica: considerata una costituzione scritta, rigida, lunga, votata, compromissoria, laica, democratica e tendenzialmente programmatica, è formata da 139 articoli e di 18 disposizioni transitorie e finali.

In un Italia fatta sempre più di limitazioni della libertà e di partiti pieni di promesse e pochi fatti c’è oggi un solo partito che vanta una storia più lunga di quella della nostra Carta Costituzionale, è il partito che ispirato nell’immediato dopoguerra da quel “Manifesto liberale di Oxford del 1947”, che rimane ancor oggi il più attuale inno alla libertà e di giustizia sociale, è il Partito Liberale Italiano.

Come è successo a tutti anche nel nostro partito alcuni hanno sbagliato, chi poco e chi tanto, ma gli uomini passano i principi restano.

Noi ci siamo, siamo qui per difendere quei principi che qualcuno ritiene un po’ antiquati, ma che ancora oggi si dimostrano essere gli unici in grado di garantire futuro e progresso mettendo al primo posto la difesa delle libertà individuali ed economiche e la giustizia sociale che devono essere garantiti da uno Stato minimo.

Più forte che mai, viva la Libertà, viva l’Italia.

CATEGORIES
Open chat
Come possiamo aiutarti?